1° eChallenge Sicilia nella storia: 146 atleti “battono” la quarantena. La gara raccontata in 5 ore di diretta Facebook con grandi ospiti, dal dt azzurro Franco Cattaneo a “the voice” Luca Broggini a Giuseppe Lamanna di Volevo essere un canottiere

Si è chiusa con un grande successo il 1° eChallenge Sicilia #iorestoacasa, disputato domenica. La gara virtuale organizzata dal Comitato siciliano di canottaggio per tenere viva la motivazione degli atleti – in quarantena da quasi due mesi – ha visto di fronte 146 iscritti, in rappresentanza di otto società. I concorrenti – collegati sulla piattaforma video Zoom e divisi per categoria – si sono sfidati in tre circuiti da quattro esercizi a corpo libero della durata di 50 secondi l’uno. A determinare la classifica finale, la giuria composta dal coordinatore tecnico regionale, Luca Moncada, e dall’altro membro della commissione, Emanuele Passalacqua, che nel corso delle gare hanno visionato la performance di ciascuno. Il criterio? Si è aggiudicato la serie di finale chi ha resistito più a lungo, eseguendo correttamente gli esercizi e rispettando la frequenza indicata da un metronomo. Nelle prove in cui almeno due atleti hanno terminato i tre circuiti, la vittoria si è giocata con l’esecuzione di 20 burpees eseguiti alla massima velocità.

Cinque ore di diretta Facebook: un record

La eChallenge Sicilia non è stata “solo” una manifestazione sportiva (la seconda virtuale in Italia, dopo quella organizzata a Pasquetta dal Comitato Friuli Venezia Giulia): si è trattato anche di un evento mediatico storico. Per la prima volta da quando è iniziata l’emergenza, l’intera manifestazione è stata trasmessa in diretta sulla pagina Facebook del Comitato, Rowing Sicilia.

Un parterre di ospiti eccezionale

Ad arricchire le oltre 5 ore di trasmissione, condotte dall’addetto stampa del Comitato, Stefano Lo Cicero Vaina, un parterre di ospiti di altissimo livello: dopo i saluti del Commissario Giuseppe Chianello, sono intervenuti in diretta il vice presidente della Federazione Italiana Canottaggio, Andrea Vitale, il direttore tecnico azzurro, Franco Cattaneo, il presidente dell’Associazione Nazionale Allenatori Canottaggio, Daniele Barone, il presidente del Comitato Friuli Venezia Giulia, Massimiliano D’Ambrosi, la famiglia Lo Bue con i campionissimi Giorgia, Serena e Francesco, lo speaker ufficiale del canottaggio italiano e mondiale, Luca Broggini, l’osteopata Giuseppe Garofalo, il blogger di Volevoessereuncanottiere.com, Giuseppe Lamanna, il fondatore di Fitrow, Pasquale Panzarino, l’azzurra e olimpionica Alessandra Patelli, l’allenatrice della squadra Master e Special Olympics del Telimar, Elena Armeli, il Capo allenatore della Nazionale Under 23 femminile e non olimpica, Benedetto Vitale, il direttore tecnico del Telimar e collaboratore della nazionale Junior, Marco Costantini, e l’allenatore della Canottieri Mondello, Daniele Navarra, per il Coastal rowing.

“Oggi hanno vinto tutti gli atleti”

Grande soddisfazione tra gli organizzatori per l’evento che ha avuto una risonanza nazionale, per via degli ospiti che hanno accompagnato la diretta, trattando svariati argomenti. “Oggi l’Italia del canottaggio si è ritrovata in Sicilia”, è stato il commento unanime. Ma il pensiero più importante è andato agli atleti che hanno partecipato con entusiasmo alla gara e che sono stati i veri protagonisti della giornata: “Oggi hanno vinto tutti”, dice il Commissario Chianello, che promette – a breve – un ritorno in streaming con una nuova manifestazione virtuale, anche se diversa da quella appena proposta. Del resto, la strada verso il ritorno alle competizioni è ancora lunga visto che fino ad agosto non si tornerà a gareggiare in acqua.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*