Gaetani Liseo, un altro passo verso l’Europeo: convocato per il nuovo raduno.”Con i big avevo paura di sbagliare, ma ora voglio dimostrare di che pasta sono fatto”

Al terzo carrello, Emanuele Gaetani Liseo durante il raduno a Sabaudia.

Per Emanuele Gaetani Liseo comincia la “fase 2”. L’atleta del Telimar ha superato la prima parte del raduno preparatorio per il Campionato europeo Assoluto che si terrà a Duisburg, in Germania, il 5 e 6 settembre. Stavolta a convincere il direttore tecnico Franco Cattaneo sono state le prove in barca di Gaetani Liseo che, in quattro senza, ha messo in difficoltà l’equipaggio A della Nazionale, qualificato per le Olimpiadi di Tokyo. Il “mastino” di Piana degli Albanesi è stato inserito prima con Salvatore Monfrecola, Alfonso Scalzone (Savoia) e Jacopo Frigerio (Canottieri Lario), Poi, al posto di Frigerio, è salito a capovoga Domenico Montrone (Fiamme gialle), bronzo proprio in questa specialità ai Giochi di Rio 2016.

Emanuele: “Montrone mi ha insegnato molto”

Dunque, dal 27 luglio al 9 agosto Emanuele sarà impegnato nella seconda parte del raduno, sempre a Sabaudia, durante la quale si deciderà chi va all’Europeo. Intanto, resta la soddisfazione per il nuovo traguardo raggiunto. «E’ la mia prima esperienza col gruppo dei big, quindi all’inizio non è stato facile, perché avevo il continuo timore di sbagliare di fronte ad atleti fortissimi e ai tecnici“, spiega Gaetani Liseo. “Lo stress, però, si è trasformato, perché fin da subito mi sono messo in mostra con un buon test, permettendo agli allenatori di vedere di che pasta sono fatto e a me stesso di integrarmi all’interno del gruppo. È stata un’esperienza che mi ha fatto crescere, soprattutto perché ho avuto la possibilità di allenarmi con un bronzo olimpico, Domenico Montrone, che mi ha insegnato molto e spero continui a farlo. C’è ancora molto da lavorare, ma siamo qui per questo, per migliorare e per diventare sempre più forti».

Giorgio Giliberti: “Raggiungerà risultati di livello assoluto”

Grande soddisfazione anche per Giorgio Giliberti, responsabile del settore canottaggio del Telimar: «Sono sicuro che Emanuele, grazie alle sue grandi doti e alla sua enorme caparbietà, continuerà questo suo percorso virtuoso di crescita. Un percorso che lo porterà presto a raggiungere risultati di assoluto livello. Complimenti a lui ed al suo tecnico Marco Costantini per il grande lavoro che svolgono insieme quotidianamente».

Pietro Alioto non ha superato la selezione junior

Chi, invece, non è riuscito a superare la selezione per la seconda fase del raduno Junior, preparatorio per l’Europeo di Belgrado di fine settembre, è Pietro Alioto. L’atleta del Telimar – unico siciliano a staccare il pass per il collegiale di Piediluco – ha affrontato la prova in due senza con il compagno di barca Giancontieri ma, come ha detto il suo allenatore Marco Costantini, “i ragazzi hanno espresso una prestazione sotto tono, con un tempo decisamente fuori linea rispetto ai loro tempi in allenamento”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*