Campionato italiano Master ed Europeo Under 23. La Sicilia c’è e sogna in grande

Silvia Crosio (a sinistra) e Giulia Mignemi.

Semaforo verde. Riparte ufficialmente oggi la stagione nazionale e internazionale, dopo lo stop, a marzo, dell’attività agonistica per l’emergenza coronavirus. E così dai Campionati europei Under 23, a Duisburg, ai Campionati italiani Master, a Ravenna, il canottaggio torna a respirare agonismo.

Un doppio appuntamento nel quale non manca la Sicilia. In Germania, la catanese Giulia Mignemi (Aetna) tenta l’assalto al titolo europeo in doppio Pesi leggeri, insieme a Silvia Crosio (Amici del fiume), con cui l’anno scorso ha vinto il Mondiale Under 23 e Assoluto in quattro di coppia. A Duisburg, il doppio azzurro è in finale diretta e deve confrontarsi solo con altri tre equipaggi: Irlanda, Svizzera e Germania. Almeno sulla carta, Mignemi e Crosio partono col favore dei pronostici.

Capitolo Campionati italiani Master. A Ravenna, la Sicilia arriva solo con quattro società: Cus Catania, Lni Siracusa, Telimar e Thalatta. Molte altre hanno preferito restare a casa, vista la risalita dei contagi. Quanto alle gare, oggi, giornata di qualificazioni che vedono impegnato solo Fabio Zanghi (Thalatta) in singolo D. Domani, nella giornata di finali, tocca a tutti gli altri. Tante le speranze di medaglia per i siciliani in gara, a partire dal campione italiani 2019 Massimo Salemme (Thalatta), che tenta il bis in singolo C, gara in cui è impegnato anche Davide Truglio (Cus Catania). Attesa pure per Elena Armeli (Telimar), in singolo A, specialità nella quale nel 2019 ha vinto l’argento. Stavolta, la campionessa italiana 2019 indoor Assoluti parte da favorita: per l’atleta e allenatrice Master del Telimar, speranze di podio anche in doppio – insieme a Violante Lama – dove invece l’anno scorso ha vinto il titolo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*