Sicilia da record a Duisburg e Ravenna. Giulia Mignemi sul tetto d’Europa. Armeli, Lama e Salemme campionissimi ai Tricolori Master

Elena Armeli (a sinistra) e Violante Lama.

Fine settimana memorabile per il canottaggio siciliano. Al Campionato Europeo Under 23 di Duisburg, in Germania, Giulia Mignemi (Aetna) vince il titolo continentale in doppio Pesi leggeri, insieme alla storica compagna Silvia Crosio (Amici del fiume). Le due azzurre sono state autrici di una gara da manuale: in testa dalle prime palate, hanno imposto un ritmo altissimo alla gara, sfiancando le avversarie. Al traguardo, il doppio italiano è piombato in 6.58.68, staccando di quasi sei secondi l’Irlanda e 13 la Germania. Per Giulia e Silvia, un nuovo alloro nella bacheca dove, l’anno, scorso avevano già aggiunto due titoli mondiali, in quattro di coppia Pesi leggeri Under 23 e Assoluti. Grande soddisfazione anche per un altro siciliano presente a Duisburg: Benedetto Vitale. Nelle vesti di Capo allenatore della Nazionale femminile, il tecnico della Canottieri Palermo torna a casa con un bottino straordinario per le sue ragazze: due ori, due argenti e due bronzi.

Silvia Crosio e Giulia Mignemi.

E se, a Duisburg, l’inno di Mameli ha suonato forte con la Sicilia protagonista, a Ravenna si sono fatti sentire gli applausi per i siciliani in gara al Campionato italiano Master. La Sicilia, infatti, torna dalla trasferta in Emilia Romagna con 4 ori, 2 argenti e 1 bronzo.

Grandi protagoniste della due giorni tricolore, Elena Armeli e Violante Lama. Le due atlete del Telimar hanno vinto il singolo “A” e il singolo “B” con distacchi notevoli sulle avversarie, prima di presentarsi in partenza in doppio e bissare i primi due successi con il loro secondo titolo italiano della giornata. Grande conferma anche sul fronte maschile, dove Massimo Salemme (Thalatta) stravince il singolo “C”, portando a casa il terzo oro italiano consecutivo. Nella stessa gara, bel bronzo per Davide Truglio, atleta del Cus Catania.

Argento e ottima gara per il quattro senza “C” della Lni Siracusa formato da Francesco Corso, Francesco Moscuzza, Sebastiano D’Angelo, Giuseppe D’Urso: l’equipaggio siracusano si è arreso solo al misto Varese-Cus Milano, con bordo l’altro siracusano Marco Iriti, da anni in forza nella società meneghina. Seconda piazza anche per il 4 con “C” del Thalatta formato da Davide Giardina, Francesco Longo, Augusto Saija, Fabio Zanghi e al timone Elena Pugliese (Caprera). E proprio Zanghi ha bissato l’argento nella gara del singolo “D“, precedendo di tre secondi l’Omegna.

Capitolo piazzamenti. Nel singolo Master “A”, quarto posto per Alessia Moschitta (Telimar). Nel singolo “C”, settimo posto per Davide Giardina (Thalatta), mentre nel singolo “F”, Carmelo Genuardi (Telimar) è settimo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*