La Sicilia brilla all’Italian Indoor Rowing Challenge. Volano Fugazzotto e Salemme. Finale da paura per gli Junior della Sc Palermo

Foto da Concept2 Italia Instagram.

Grande successo, ieri, per la prima edizione della Italian Indoor Rowing Challenge. All’evento virtuale organizzato dalla Federazione Italiana Canottaggio hanno partecipato oltre 700 atleti da tutta l’Italia che, dalle rispettive società, da casa e dalle palestre hanno collegato i loro remoergoemetri in Rete e disputatato gare come se si trovassero in un unico palazzetto dello sport.

Alla gara gestita dalla Concept2 con lo stesso sistema usato durante l’ultimo Campionato europeo – disputato in occasione dei Bric, i campionati britannici di indoor rowing – ha partecipato anche la Sicilia, con otto società, che hanno portato a casa due ori, cinque argenti e due bronzi. (I piazzamenti siciliani definiranno una classifica regionale stabilita dalla commissione tecnica nominata dal Commissario Gabriele Guccione: questi risultati saranno pubblicati non appena definiti).

La prima vittoria della giornata per i colori della Sicilia arriva tra gli Allievi C, sulla distanza di 1000 metri, dove Lucio Fugazzotto (Peloro) si è imposto col gran tempo di 3:15:6. Primo posto anche per Federico Amato (Sc Palermo) nella categoria Open Pesi leggeri: l’atleta giallorosso ha chiuso i 2000 metri in in 6:27:1. Nella stessa gara, quinta piazza per Francesco Spinali (Augusta), in 6:59:8.

Ottimo argento, tra i Cadetti, per il talento dell’Augusta, Gabriele Maci, che ha tagliato il traguardo dei 1500 metri in 4:52:9, chiudendo a 3.6 secondi dalla vittoria. Nella stessa finale, settimo posto, in 5:12:7, per Nicolò Caltabellotta (Telimar). In campo femminile, decima Marta Inzerillo (Sc Palermo) in 6:02:9.

Secondo gradino del podio anche per la campionessa italiana in doppio Senior, Violante Lama (Telimar), che nella categoria Open ha chiuso in 7:14:8. Settimo posto per Domiziana Minissale (Thalatta), che ha staccato il cronometro in 7:52.

Gli altri due argenti arrivano dalla categoria Master: nella fascia di età 40-49, sulla distanza di 2000 metri, il singolista campione italiano, Massimo Salemme (Thalatta), ha conquistato un ottimo secondo posto in 6:38:2: impossibile l’assalto alla vittoria, andata ad Antonio Zonta (Nettuno), che ha vinto in 6:17:4. Subito alle spalle di Salemme, l’altro siciliano in gara, Vincenzo Alessi (Lni Siracusa), che ha chiuso con il tempo di 6:42:9, crono che gli ha garantito il bronzo. Nella stessa categoria, ma sui 1000 metri, argento per Guido Tajana (Telimar), che ha chiuso in 3:20:1. Tra Master 60-64, Carmelo Genuardi (Telimar) si è aggiudicato l’argento in 3:41:2. L’unico bronzo della rappresentativa siciliana è andato a Maria Carolina Valguarnera (Telimar), terza in 3:59:3 nella categoria 50-54 anni.

Ricco anche il capitolo piazzamenti. Tra gli Allievi B2, sesto posto per Lorenzo Fundarò (Telimar), che ha chiuso in 1:48:3 una gara con ben 63 partecipanti. Tra le ragazze, Gaia Arena (Thalatta) si aggiudica il quinto posto in 1:56:9 su 24 atlete.

Tra i Pr3 Id 2000 metri, sesta posizione per Alessandro Aiello (Telimar), in 8:09:9.

Nella categoria Ragazze, Martina Scarpello (Sc Palermo) ha mancato il podio per appena tre decimi, chiudendo i 2000 metri in 7:34:8. Nono posto per Sofia Naselli (Sc Palermo), in 7:41:8.

Tra gli Junior, finale di fuoco nella lotta per il terzo posto in casa Canottieri Palermo, con Luca Francaviglia quarto in 6:25:2, a soli due decimi dalla Canottieri Padova. Sesto posto per Mario Zerilli in 6:25:8, a un decimo dal quinto. Nono l’altro compagno di squadra Walter Sciara in 6:32:2.

Tra gli Under 23, Angelo D’Amico (Sc Palermo) conquista l’ottavo posto in 6:29:5, mentre Tancredi Palumbo (Telimar) è undicesimo in 6:34:6.

Nella categoria Open maschile, Aldo Ruta (Cn Paradiso) è sesto in 6:38:5, mentre, tra le donne Pesi leggeri, quarta piazza per Viviana Lacagnina (Sc Palermo) in 7:47:7.

Bella gara anche tra i Master 50-54, dove Renato Persico (Telimar) si è aggiudicato il quarto posto in 3:22:3, seguito da Nicola Bonanno (Cn Paradiso) in 3:27:2, poi sesto posto per Marco Corbo (Telimar) in 3:37:3, ottavo Alfonso Licitri (Thalatta) in 3:46:6, nono Valentino Bitocchi (Cn Paradiso) in 3:51:9.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*