Canottaggio siciliano protagonista alla D’inverno sul Po: sette ori e un argento

Da sinistra, Alessandro Di Liberti e Claudio Provenzano. Foto di C. Cecchin.

Sette ori e un argento. È una super Sicilia quella vista tra ieri e oggi alla 38esima edizione della D’inverno sul Po, grande classica di fondo e primo appuntamento nazionale del 2021. Gli atleti si sono confrontati su un percorso spettacolare, lungo 5 mila metri, tra curve e ponti e a favore di corrente.

I primi a salire sul podio, gli Junior del quattro di coppia mix del Cus Palermo formato da Chiara Dell’Oglio, Laura Nolfo, Mattia Inzerillo e Angelo Di Liberto: per loro, vittoria facile sul primo dei tre equipaggi dell’Esperia, arrivato con ben 5 minuti e 20 di distacco.

Il quattro di coppia Junior mix del Cus Palermo. Foto di C. Cecchin.

Nel doppio Senior mix, vittoria per la Canottieri Peloro con Giovanni Ficarra e Maria Condurso che si sono imposti sul competitivo misto Milano-Amici del Fiume, Fois-Crosio. Per Ficarra anche un discreto quarto posto in otto Senior, misto Rowing Genovese-Moto Guzzi-Murcarolo. Troppo lontano il podio: 14 secondi.

Vittoria senza patemi per l’azzurra Giulia Mignemi (Aetna), nel doppio Under 23 insieme alla storica compagna di barca, Silvia Crosio (Amici del fiume) con cui ha vinto il titolo europeo Under 23 Pesi leggeri 2020: la coppia si è imposta con un minuto di distacco sulle seconde. La Mignemi e la Crosio hanno poi bissato l’oro insieme ad Arianna Noseda e Greta Martinelli – equipaggio campione europeo Pesi leggeri 2020 – nel quattro di coppia Senior: nella stessa gara, nono posto per Violante Lama e Giorgia Pecoraro (Telimar) nel misto Monate, nentre è dodicesima Maria Condurso (Peloro) col misto Rowing Genovese.

Maria Condurso e Giovanni Ficarra. Foto di C. Cecchin.

Nella categoria Senior, argento per Violante Lama (Telimar) nel singolo: la campionessa italiana 2020, nella specialità del doppio Senior, nulla ha potuto contro Alice Rossi, del Flora, prima con 22 secondi di vantaggio.

Due giorni di trionfi anche per i Master siciliani: i primi a salire sul gradino più alto del podio sono stati Alessandro Di Liberti e Claudio Provenzano (Telimar), tornati in coppia sulla scena nazionale con la vittoria nel doppio Master A davanti all’equipaggio dell’Orbetello. I due ex azzurri, pluri campioni italiani, si sono ripetuti in quattro di coppia Under 43 insieme a Mauro Messina e a Leonardo Vasile, con cui hanno staccato di venti secondi l’equipaggio del Cus Milano. Infine, tra i Master A, vittoria per la loro compagna di squadra Giorgia Pecoraro, nella specialità del singolo .

Chiuso il sipario sul primo appuntamento nazionale, ora si accendono i riflettori sulla prima gara regionale del 2021 che si terrà sul lago Poma (Palermo) il prossimo 28 febbraio, il giorno dopo l’Assemblea elettiva del Comitato regionale.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*