Campionati italiani: Lo Bue, doppio oro

Serena e Giorgia Lo Bue all'arrivo della finale Senior

Due ori firmati Giorgia e Serena Lo Bue in due senza Senior e Pesi Leggeri. E’ il bottino preziosissimo con cui la Sicilia torna dai Campionati italiani Assoluti, Pesi leggeri e Junior di Ravenna. Le due atlete della Canottieri Palermo hanno vinto prima il titolo Assoluto, imponendosi nettamente sul temibile duo lombardo Broggini-Calabrese (Canottieri Gavirate), che agli ultimi Mondiali Under 23 ha rappresentato l’Italia. Dopo una prima parte di gara, con le due imbarcazioni vicine, le siciliane sono state capaci di non cedere alla fatica e di chiudere i secondi mille metri con un ritmo costante: tattica non riuscita alle avversarie, scoppiate a metà percorso e arrivate al traguardo con un ritardo abissale: 12 secondi.

Il secondo oro è arrivato 50 minuti dopo, tra i Pesi leggeri, in una gara perfetta e senza avversarie all’altezza: le inseguitrici Bartalesi-Lozza (Varese) hanno accumulato 10 secondi di svantaggio.

Le Lo Bue con il loro allenatore Benedetto Vitale
Le Lo Bue con il loro allenatore Benedetto Vitale

Soddisfatto il tecnico delle due azzurre, Benedetto Vitale, che ha festeggiato con le sue atlete il nono titolo italiano e il secondo tra le Senior. “Non posso che essere felice per quello che hanno fatto Giorgia e Serena”, spiega. “Il titolo più bello tra questi nove? Quello che deve venire…”, scherza Vitale, “anche se ricordo con grande soddisfazione il titolo Assoluto conquistato nel 2012: fu il primo tra le Senior e il terzo in otto giorni in tre categorie diverse: Junior, Under 23 e Senior, appunto. Quanto al futuro, siamo noi il due senza da battere, l’unico vero due senza italiano e cerchermo di farci valere in azzurro”.

Giulia Mignemi
Giulia Mignemi

Quanto al resto della scarna spedizione siciliana, arrivata a Ravenna con solo dieci atleti (minimo storico), grande risultato per Giulia Mignemi (Aetna), che pur essendo ancora Ragazza secondo anno ha conquistato la finale del singolo Junior, classificandosi settima: un traguardo importante, visto che le avversarie erano tutte Junior.

Non rientra nel bottino siciliano, ma onora il nostro movimento, l’argento conquistato dal siracusano Sebastiano Galoforo, ex Canottieri Augusta, che con l’otto Junior targato Monate è arrivato secondo dietro il Savoia e ha preceduto il Tevere Remo per un secondo e mezzo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*