GREEN PASS NELLE SOCIETÀ DI CANOTTAGGIO: ECCO LE REGOLE DAL 6 AGOSTO 2021.

(Fonte: www.canottaggio.org)

GREEN PASS NELLE SOCIETÀ DI CANOTTAGGIO: ECCO LE REGOLE DAL 6 AGOSTO 2021. (Fonte: www.canottaggio.org)

  1. Accesso alle strutture sportive
    In zona bianca è consentito l’accesso alle strutture al chiuso (es. palestre, spogliatoi, piscine ecc.) esclusivamente ai soggetti muniti di una delle seguenti certificazioni verdi COVID19 (Green Pass):
    a. avvenuta vaccinazione anti-SARS-CoV-2, al termine del prescritto ciclo (validità nove mesi);
    b. avvenuta guarigione da COVID-19, con contestuale cessazione dell’isolamento prescritto in seguito ad infezione da SARS-CoV-2, disposta in ottemperanza ai criteri stabiliti con le circolari del Ministero della salute (validità sei mesi);
    c. effettuazione di test antigenico rapido o molecolare con esito negativo al virus SARS-CoV-2 (validità 48 ore);
    Tali disposizioni si applicano anche nelle zone gialla, arancione e rossa, laddove tali attività siano espressamente autorizzate.
    Tali disposizioni non si applicano ai soggetti esclusi per età dalla campagna vaccinale (minori di 12 anni) e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri stabiliti dal Ministero della Salute.
    La verifica dell’autenticità del certificato dovrà essere effettuata attraverso apposita App (VerificaC19), messa a disposizione dal Ministero della Salute.
    L’App è scaricabile sia per i dispositivi “ANDROID” che “IOS”, e, mediante l’utilizzo della fotocamera di un qualsiasi smartphone, legge il QR code dei vari certificati attestandone l’autenticità.
    Le fasi del controllo sono le seguenti:
  2. Verifica dell’identità del soggetto;
  3. Controllo dell’autenticità del QR Code posto sulla certificazione (cartacea o digitale) e dei dati in esso riportati (dati anagrafici, tipo di certificazione, data di emissione e scadenza validità);
    L’App VerificaC19 consente il controllo, ma, nel rispetto della normativa sulla Privacy non memorizza i dati sensibili riportati nella certificazione.
  4. Responsabili del controllo
    La responsabilità del controllo, nel caso di concessione, è da riferire sia ai proprietari ed ai responsabili delle strutture, quali i Presidenti di Società (indicati come “titolari”), sia ai concessionari (indicati come “gestori”), in quanto soggetti utilizzatori dell’impianto; di conseguenza, è opportuno che:
    1) i titolari raccomandino formalmente ai gestori (anche di spazi interni) di effettuare i controlli, ai sensi della normativa indicata (mediante Pec e/o raccomandata A/R);
    2) i gestori (anche di spazi interni) effettuino attentamente i controlli sul posto.
    Le multe vanno da euro 400 a euro 1.000 per ciascun soggetto sanzionato.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*