LA CANOTTIERI TELIMAR SI FA IN TRE


Week-end di gare, ma soprattutto di festa e inclusione per la Canottieri TeLiMar, impegnata con il settore Paralimpico a Torino nel Trofeo “Rowing for Paris–Paralympic Games 2024”. Medaglie e tanto divertimento per gli atleti allenati da Elena Armeli e Ionut Brinza, al primo appuntamento legato agli Special Olympics post-pandemia.

Arrivato alla sua quindicesima edizione, il trofeo si è svolto sulle acque del Po in due giornate: il sabato è stato dedicato alle prove sui 1000 metri delle categorie Pararowing, oltre ad un’esibizione in GIG a quattro degli Special Olympics e due gare Open in Doppio e Due Senza.
Domenica, invece, è stata la volta delle regate sulla distanza breve dei 500 metri per tutte le categorie Pararowing oltre che Doppio e Due Senza Open, mentre ha chiuso la manifestazione l’esibizione degli Special Olympics insieme ad una prova in Otto aperta ad equipaggi misti Open, Pararowing e Special Olympics.
Il team del Club dell’Addaura ha conquistato al sabato un Bronzo sui 1000 metri nel 4GIG Misto di Valeria Galioto e Nicolò Fiorentino con Edoardo Giacometti (Esperia) e Gabriele Cavallo (Accademia del Remo) e a timone Elena Armeli, un ottimo quarto posto nell’altro 4GIG di Alessandro Aiello e Riccardo Venturella con Vittoria Mandolino (Esperia) e Francesco Di Donato (Accademia del Remo) con timoniere Francesca Grilli (Esperia). Per gli Special Olympics, invece, sono arrivate le vittorie nei Doppi Open in cui Elena Armeli ha supportato Valeria Galioto, Riccardo Venturella e Nicolò Fiorentino. Bronzo per la coppia Elena Armeli Andrea Santoro. Oro anche nel Doppio di Alessandro Aiello con Giuseppe Del Gaudio (Accademia del Remo).
Domenica medaglia di legno per il 4GIG misto sui 500 metri di Aiello, Venturella, Galioto, Fiorentino e timoniere Armeli nella gara vinta dall’equipaggio misto dell’Esperia con cui gareggiava Giulio Di Palermo e aveva al timone Elena Armeli. In quella stessa finale, terzo posto per Fabio Leto sul misto Esperia con al timone Francesca Grilli.

Sempre nel week-end, a Sabaudia, la Canottieri TeLiMar è stata impegnata nei Campionati Italiani Universitari con Gianluca Cassarà e Tancredi Palumbo, a riconferma del buon livello che si può raggiungere sia nello studio che nello sport. Il primo, atleta tesserato sia con il Club palermitano che con il Cus Pavia, ha ottenuto l’Argento nel Quattro Con Staffetta Senior, dietro all’equipaggio del Cus Milano, e un Bronzo nel Quattro Con Senior, alle spalle di Cus Torino e Cus Ferrara; il secondo, invece, tesserato TeLiMar e Cus Torino, ha conquistato quattro Ori (nel Quattro Senza Senior sui 500 metri, nel Quattro Senza Senior sui 2000 metri, nel Doppio Staffetta e nell’Otto Staffetta) e un Argento, nell’Otto Senior sui 2000 metri.

Lo sport come veicolo per lanciare l’importante messaggio del netto NO alle violenze di genere è, invece, il principio alla base della regata Via Le Mani, che nel fine settimana ha unito idealmente Roma e Torino con una doppia gara.
Arrivata alla sua nona edizione, la manifestazione che serve a raccogliere fondi per sostenere il Telefono Rosa Onlus e a far conoscere l’associazione in tutta Italia, ha visto la partecipazione della Canottieri TeLiMar, unica società siciliana presente, con un equipaggio nell’Otto Yole Master Misto composto da Renato Persico, Silvia Sciortino, Riccardo Ruffino e Giovanni Griffo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*